CODICE ETICO

 codice etico

Il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto di sostanziale importanza definire con chiarezza i valori e i principi che guidano l’azione di Eulab Consulting.

Tutti, dal management ai collaboratori sono tenuti alla più stretta osservanza dei principi contenuti nel Codice Etico. Inoltre, è obbligo di tutti fare osservare  i principi del codice, che riveste un ruolo di importanza fondamentale per l’affidabilità e la reputazione di Eulab Consulting.

In nessun modo, la convinzione di agire a favore di Eulab Consulting può giustificare l’adozione di linee di condotta in contrasto con quello indicato all’interno del Codice Etico.

Il Codice rappresenta un principio generale non derogabile del Modello 231, nonché elemento chiave della disciplina definita in materia di anti-corruzione, del quale è parte integrante.

Riportiamo di seguito il testo integrale del nostro Codice Etico.

 

ARTICOLO 1 - PREMESSA

La Società Eulab Consulting informa la propria attività interna ed esterna al rispetto dei principi contenuti nel presente Codice, componente fondante del modello organizzativo e del complessivo sistema di controllo interno della Società, nel convincimento che l’etica nella conduzione degli affari sia anche condizione del successo dell’impresa.

Il presente Codice Etico, quindi, è da considerarsi principalmente uno strumento utile a preservare il valore e l’integrità dell’azienda nel tempo. È un insieme di principi positivi e di regole di comportamento che Eulab Consulting ha scelto volontariamente di adottare e rendere pubblico come concreta espressione dei suoi propositi verso i propri stakeholders. Il Codice Etico non descrive soltanto ciò che i membri di Eulab Consulting possono o non possono fare, ma si propone anche di individuare le risorse utili ad affrontare particolari situazioni nell’ambito lavorativo.

Il presente Codice stabilisce i principi all’insegna dei quali operare, descrivendo gli standard di comportamento richiesti a tutti coloro che lavorano per Eulab Consulting, a prescindere dall’area di attività che rappresentano. Lo stesso contempla principi e valori collegati alle attività di Eulab Consulting e, nell’ambito di queste, ai comportamenti che Eulab Consulting sceglie di tenere sotto controllo ai fini della prevenzione ai sensi del D.Lgs. 231/01 e della Legge Anticorruzione 190/2013 (attraverso policy aziendale dedicata).

Inoltre, il presente Codice recepisce ed è coerente con le seguenti norme e linee guida rilavanti: Certificazione ISO 9001:2008, D.Lgs. 196/2003 “Testo Unico sulla Privacy”, D.Lgs. 81/2008 “Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, SA 8000:2008 “Social Accountability”, ISO 14001 “Sistema di gestione ambientale”, D.Lgs. 231/07 in materia di “Antiriciclaggio”, Statuto e Regolamenti Interni.

Eulab Consulting riconosce e si impegna a rispettare i dieci principi della Global Compact, i valori più alti che le Nazioni Unite raccomandano alle imprese, come sintesi dei più importanti documenti condivisi a livello internazionale in tema di diritti umani e dei lavoratori, di rispetto dell’ambiente e lotta alla corruzione.

Al rispetto del presente Codice sono tenuti - nei limiti delle rispettive competenze, funzioni e responsabilità - gli organi sociali, il management, nonché i collaboratori e terzi in rapporti di affari con la Società. Conoscere a fondo il Codice Etico è quindi un dovere, così come è un dovere applicarlo. La reputazione e il successo dell’azienda sono il frutto dell’attenzione di tutti e di ciascuno, insieme.

 

ARTICOLO 2 – OBIETTIVI E VALORI

L’obiettivo primario della Società Eulab Consulting è la creazione di valore per l’azionista, nel rispetto dei principi stabiliti dal presente Codice. A questo scopo sono orientate le strategie industriali e finanziarie e le conseguenti condotte operative, ispirate all’efficienza nell’impiego delle risorse.

La Società, quale componente attiva e responsabile della comunità in cui opera:

  • è impegnata a rispettare e far rispettare al proprio interno le leggi vigenti e i principi etici di comune accettazione, secondo gli standard internazionali, nella conduzione degli affari: trasparenza, correttezza e lealtà;
  • rifugge e stigmatizza il ricorso a comportamenti illegittimi o comunque scorretti (verso la comunità, le pubbliche autorità, i clienti, i lavoratori, gli investitori, i fornitori e i concorrenti), ivi incluse le pratiche corruttive in ogni forma, per raggiungere i propri obiettivi economici, che sono perseguiti esclusivamente con l’eccellenza della performance in termini di qualità e convenienza dei prodotti e dei servizi, fondata sull’esperienza, sull’ attenzione al cliente e sull’innovazione;
  • adotta strumenti organizzativi atti a prevenire la violazione di disposizioni di legge e dei principi di trasparenza, correttezza e lealtà da parte dei propri dipendenti e collaboratori e vigila sulla loro osservanza e concreta implementazione;
  • sono senza eccezione proibiti il ricorso a pratiche corruttive, favori illegittimi, comportamenti collusivi, sollecitazioni, dirette e/o attraverso terzi, vantaggi personali e di carriera per sé o per altri;
  • non consente mai il corrispondere né offrire, direttamente o indirettamente, pagamenti, benefici materiali e altri vantaggi di qualsiasi entità a terzi, pubblici ufficiali e dipendenti pubblici o privati, per influenzare o compensare un atto del loro ufficio;
  • consente atti di cortesia commerciale, come omaggi o forme di ospitalità, esclusivamente se di modico valore e comunque tali da non compromettere l’integrità o la reputazione di una delle parti e da non poter essere interpretati, da un osservatore imparziale, come finalizzati ad acquisire vantaggi in modo improprio. In ogni caso questo tipo di spese deve essere sempre autorizzato nel rispetto dell’iter autorizzativo e delle procedure interne della Società; le stesse devono essere documentate in modo adeguato;
  • proibisce l’accettazione di denaro da persone o aziende che sono o intendono entrare in rapporti di affari con Eulab Consulting. Chiunque riceva proposte di omaggi o trattamenti di favore o di ospitalità non configurabili come atti di cortesia commerciale di modico valore, o la richiesta di essi da parte di terzi, dovrà respingerli e informare immediatamente il Vertice aziendale e l’Organismo di Vigilanza;
  • assicura agli azionisti, agli investitori e alla comunità in genere, pur nella salvaguardia della concorrenzialità delle rispettive imprese, una piena trasparenza sulla propria azione;
  • si impegna a promuovere una competizione leale, che considera funzionale al proprio stesso interesse così come a quello di tutti gli azionisti, dei clienti e degli stakeholders in genere;
  • persegue l’eccellenza e la competitività nel mercato, offrendo ai propri clienti prodotti e servizi di qualità, che rispondano in maniera efficiente alle loro esigenze;
  • è consapevole della strategicità dei servizi erogati per il benessere e la crescita della comunità nella quale opera;
  • tutela e valorizza le risorse umane di cui si avvale;
  • impiega responsabilmente le risorse, avendo quale traguardo uno sviluppo sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e dei diritti delle generazioni future.

 

ARTICOLO 3 – SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO

L’efficienza e l’efficacia del sistema di controllo interno sono condizione per lo svolgimento dell’attività d’impresa in coerenza con le regole e i principi del presente Codice. Tutti i destinatari del Codice sono pertanto chiamati a concorrere ad assicurarne il miglior funzionamento.

Nell’ambito del sistema di controllo interno particolare rilievo rivestono la corretta definizione di compiti e responsabilità, nonché i principi dei ruoli di tracciabilità dei dati e delle informazioni con una coerente impostazione delle deleghe operative e l’affidabilità dei dati contabili e gestionali.

La raccolta, registrazione, elaborazione, presentazione e diffusione dei dati contabili e gestionali, secondo le modalità e nei termini previsti dalla normativa applicabile e in linea con le procedure aziendali, rappresentano un obiettivo prioritario per la Società. Il perseguimento di tale obiettivo - per cui è necessaria la collaborazione di tutti i destinatari del Codice - è primaria responsabilità dei preposti alla tenuta della contabilità e al controllo di gestione della Società.

 

ARTICOLO 4 – CONFLITTI DI INTERESSE

Il management e i dipendenti di Eulab Consulting sono tenuti a evitare e a segnalare conflitti di interesse tra le attività economiche personali e familiari e le mansioni che ricoprono all’interno della struttura od organo di appartenenza. In particolare, ciascuno è tenuto a segnalare le specifiche situazioni e attività in cui egli o, per quanto di sua conoscenza, propri parenti o affini entro il 2° grado o conviventi di fatto, sono titolari di interessi economici e finanziari (proprietario o socio) nell’ambito di fornitori, di clienti, di concorrenti, di terzi contraenti, o delle relative società controllanti o controllate, o vi ricoprono ruoli societari di amministrazione o di controllo, ovvero manageriali.

Determinano, inoltre, conflitti di interesse le situazioni seguenti:

  • utilizzo della propria posizione in azienda o delle informazioni o opportunità di affari acquisite nell’esercizio del proprio incarico, a vantaggio indebito proprio o di terzi;
  • svolgimento di attività lavorative da parte del dipendente e/o suoi familiari presso fornitori, subfornitori, concorrenti.

In ogni caso, il management e i dipendenti di Eulab Consulting sono tenuti a evitare tutte le situazioni e tutte le attività in cui si può manifestare un conflitto con gli interessi dell’azienda o che possono interferire con la loro capacità di assumere, in modo imparziale, decisioni nel migliore interesse dell’impresa e nel pieno rispetto dei principi e dei contenuti del Codice o, in senso generale, di adempiere esattamente alle funzioni e responsabilità ricoperte.

Ogni situazione che possa costituire o determinare un conflitto di interesse deve essere tempestivamente comunicata al superiore in posizione manageriale, o all’organo del quale si è parte, e all’Organismo di Vigilanza.

 

ARTICOLO 5 – RAPPORTI CON GLI STAKEHOLDERS

5.1 Azionisti

La Società si impegna a garantire parità di trattamento a tutte le categorie di azionisti, evitando comportamenti preferenziali.

5.2 Clienti

La Società fonda l’eccellenza dei prodotti e dei servizi offerti sull’attenzione alla clientela e sulla disponibilità a soddisfarne le richieste. L’obiettivo perseguito è quello di garantire una risposta immediata, qualificata e competente alle esigenze della clientela informando i propri comportamenti a correttezza, cortesia e collaborazione.

5.3 Comunità

La Società intende contribuire al benessere economico e alla crescita della comunità nella quale si trova a operare attraverso l’erogazione di servizi efficienti e tecnologicamente avanzati.

In coerenza con tali obiettivi e con le responsabilità assunte verso i diversi stakeholders, la Società individua nella ricerca e nell’innovazione una condizione prioritaria di crescita e successo.

Nella consapevolezza della rilevanza del servizio erogato e delle conseguenti responsabilità verso la collettività, la Società mantiene con le Istituzioni (pubbliche Autorità locali, nazionali e sovranazionali) relazioni ispirate alla piena e fattiva collaborazione e alla trasparenza, nel rispetto delle reciproche autonomie, degli obiettivi economici e dei valori contenuti in questo Codice.

La Società considera con favore e, se del caso, fornisce sostegno a iniziative sociali, culturali ed educative orientate alla promozione della persona e al miglioramento delle sue condizioni di vita.

La Società crede in una crescita globale sostenibile nel comune interesse di tutti gli stakeholders, attuali e futuri. Le scelte di investimento e di business sono pertanto informate al rispetto dell’ambiente e della salute pubblica.

La Società tiene conto delle problematiche ambientali nella definizione delle proprie scelte, proponendosi di adottare - anche al di là di quanto previsto dalla specifica normativa applicabile, sempre che risulti operativamente ed economicamente sostenibile - tecnologie e metodi di produzione eco-compatibili, con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività.

5.4 Risorse umane

La Società riconosce la centralità delle risorse umane nella convinzione che il principale fattore di successo di ogni impresa sia costituito dal contributo professionale delle persone che vi operano, in un quadro di lealtà e fiducia reciproca.

La Società tutela la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro e ritiene fondamentale, nell’espletamento dell’attività economica, il rispetto dei diritti dei lavoratori. La gestione dei rapporti di lavoro è orientata a garantire pari opportunità e a favorire la crescita professionale di ciascuno.

5.5 Mercato

La Società è consapevole dell’importanza che un’informazione corretta sulle proprie attività riveste per il mercato, gli investitori e la comunità in genere.

I processi di acquisto della Società, finalizzati all’approvvigionamento di prodotti e servizi ai prezzi di mercato, sono realizzati assicurando, al contempo, i requisiti di qualità, di sicurezza e di rispetto ambientale.

La Società promuove una competizione leale e funzionale ai propri interessi e a quelli degli altri operatori di mercato.

Ferme restando le esigenze di riservatezza richieste dalla conduzione del business, la Società assume pertanto la trasparenza come proprio obiettivo nei rapporti con tutti gli stakeholders.

 

ARTICOLO 6 – CONDOTTE DEI DESTINATARI DEL CODICE

La condotta degli organi sociali, del management, dei collaboratori e dei terzi in rapporti di affari con la Società nello svolgimento della propria attività e nei rapporti che ne derivano è informata al rispetto delle disposizioni dell’ordinamento giuridico, del presente Codice nonché delle procedure aziendali.

Sono vietati:

  • il perseguimento di interessi personali o di terzi a detrimento di quelli sociali;
  • l’abusivo sfruttamento, nell’interesse personale o di terzi, del nome e della reputazione della Società presso cui si opera, nonché delle informazioni acquisite e delle opportunità d’affari apprese nel corso dell’espletamento delle proprie funzioni;

l’uso di beni sociali per scopi diversi da quelli ad essi propri.

I destinatari del Codice si astengono da attività (anche a titolo gratuito), comportamenti e atti comunque incompatibili con gli obblighi connessi al rapporto intrattenuto con la Società per cui operano.

E’ fatto obbligo ai dipendenti e ai prestatori di lavoro della Società di comunicare al superiore gerarchico e/o al referente funzionale l’insorgere di situazioni di potenziale conflitto dell’interesse proprio (diretto o indiretto) con quello della Società; la segnalazione è richiesta anche nei casi dubbi.

I destinatari del Codice assicurano la riservatezza sulle informazioni acquisite o elaborate in funzione o in occasione dell’espletamento delle proprie funzioni.

I destinatari del Codice partecipano in modo attivo alla lotta contro ogni forma di corruzione, nel pieno rispetto dei principi di legalità, correttezza, trasparenza e lealtà, in linea con apposita policy di Eulab Consulting e specifiche procedure interne.

 

ARTICOLO 7 – RISPETTO DEL CODICE

La Società si impegna all’adozione di apposite procedure, regolamenti o istruzioni volti ad assicurare che i valori qui affermati siano rispecchiati nei comportamenti concreti di tutti i rispettivi dipendenti e collaboratori, prevedendo - ove del caso e fermo il rispetto della disciplina applicabile - specifici sistemi sanzionatori delle eventuali violazioni.

I dipendenti segnalano tempestivamente  all’Organismo di Vigilanza della Società:

  • eventuali violazioni o induzioni alla violazione di norme di legge o regolamento, di prescrizioni del presente Codice, di procedure interne;
  • ogni irregolarità o negligenza nella tenuta della contabilità, nella conservazione della relativa documentazione, nell’adempimento degli obblighi di reportistica contabile o gestionale interna.

L’Organismo di Vigilanza svolge le necessarie verifiche in ordine alle segnalazioni pervenute, al fine di accertare i fatti e di promuovere le iniziative più opportune, ivi inclusa la proposta di irrogazione nei confronti dei responsabili di misure sanzionatorie, quando applicabili e secondo le modalità previste da legge, accordi collettivi, contratti.

Nessuna conseguenza negativa deriva in capo a chi abbia in buona fede effettuato una segnalazione. E’ in ogni caso assicurata la riservatezza dell’identità dei segnalanti, fatti salvi gli obblighi di legge.

 

ARTICOLO 8 - MONITORAGGIO E AGGIORNAMENTO DEL CODICE

Il presente Codice è periodicamente fatto oggetto di verifica ed eventuale aggiornamento da parte del Consiglio di Amministrazione di Eulab Consulting.

L’Organismo di Vigilanza può al riguardo formulare proposte allo stesso Consiglio di Amministrazione.

 

RISORSE

pdf  Codice Etico di Eulab Consulting



N.Verde Eulab Consulting

Keep In Touch